corsobyamv-01-01.png
 
fitwalking.jpg

CORSO DI FW&SR

Programma di preparazione

fisica all’escursionismo

Dal 30 Marzo

all’11 Maggio 2019

Iscrizione entro

il 17 Marzo 2019


FW&SR, ovvero FastWalking&SlowRunning

Quota individuale: 170,00 €

 
 

La nostra Guida Escursionistica AVM Trekking ha ideato un programma di preparazione fisica per l’escursionismo a cui ha dato il nome di FastWalking&SlowRunning (FW&SR). Grazie alla propria esperienza professionale Pierre Greppi ha ideato un metodo di preparazione fisica nel quale la camminata veloce (FastWalking o FitWalking) è alternata a corsa leggera (SlowRunning o Jogging), con inserimento di esercizi specifici per il potenziamento della muscolatura utile all’attività escursionistica ed esercizi per imparare a praticare i corretti modi di respirazione durante l’attività fisica. Naturalmente durante il corso Pierre insegnerà anche la tecnica corretta di cammino, il corretto uso dei bastoncini da trekking e darà le informazioni base su attrezzatura e abbigliamento tecnico per l’escursionismo.

Il nostro metodo di allenamento, che unisce la camminata veloce alla corsa leggera e gli esercizi di potenziamento muscolare a quelli per la corretta respirazione, va quindi oltre al semplice FastWalking o al semplice Jogging, sommando le qualità di ognuna di queste attività, tenendo sempre ben fermo il concetto di preparazione

fisica evitando al massimo i traumi ad articolazioni, tendini, muscoli, colonna vertebrale, derivanti da attività come la corsa, più o meno veloce e di lunga durata, che a lungo andare crea più danni che benefici. Inoltre, durante il corso le uscite saranno effettuate in collina, così da sfruttare percorsi con pendenze medio-basse, dislivelli positivi di 300/400 m e sviluppi di 10/15 km. Caratteristiche tecniche, queste ultime, ottimali per realizzare sedute di allenamento senza stress fisico, adeguato potenziamento muscolare, miglioramento generale delle funzioni cardiache e respiratorie, il tutto con l’obiettivo di raggiungere la corretta preparazione fisica per affrontare al meglio escursioni e trekking.

Se fino ad ora hai camminato pensando di saperlo fare correttamente, partecipando al corso, molto probabilmente, ti accorgerai che camminare correttamente è molto diverso da quanto hai creduto fino ad oggi. Imparando a camminare correttamente capirai quanto benessere in più puoi aggiungere alla tua vita quotidiana e quali miglioramenti potrai raggiungere in campo escursionistico.


 
 

Cos’è il FastWalking o FitWalking

Detta molto in sintesi il FastWalking è un modo di camminare con determinati accorgimenti tecnici che permettono di procedere più efficacemente, anche più velocemente, in modo tale da poter produrre effetti metabolici e di miglioramento dell’efficienza fisica. L’esercizio naturale per eccellenza è il camminare. Per mantenersi in forma infatti non è necessario praticare sport molto faticosi, basta camminare a passo sostenuto, ciò non significa che questo sia un esercizio banale, anzi rappresenta l’attività con il miglior rapporto tra benefici e numero di persone che possono praticarla. Il FastWalking, nello specifico, è appunto un’andatura sostenuta con movimenti correnti. Camminare, è risaputo, mantiene il corpo in salute ed aiuta a prevenire diverse malattie.

Il camminare è il primo degli schemi motori che si esegue in tenera età dopo aver acquisito il controllo della stazione eretta, ed è una delle più naturali espressioni del comportamento umano. Il FastWalking lo si può definire come un’evoluzione della camminata o in altri termini ‘un passo in più’. Il termine inglese, letteralmente tradotto con “camminare per la forma fisica”, indica infatti che non è sufficiente camminare ma che occorre farlo al meglio, mostrando una particolare attenzione per la corretta meccanica del movimento e per l’equilibrio, in genere, che si vuole dare alla vita. La base di questa attività fisica e il nome FitWalking (alternativo a FastWalking) hanno origine in Italia nell’estate del 2001, grazie ad un’idea del maratoneta olimpionico Maurizio Damilano. Il termine FitWalking deriva dall’unione di due termini inglesi, fitness (forma fisica) e walking (dal verbo inglese to walk, camminare) e può essere liberamente tradotto come “camminare per tenersi in forma”. Dopo qualche minuto di buon passo abbiamo innescato un discreto lavoro aerobico. A questo scopo è importante mantenere un’andatura costante e se si vuole stimolare il metabolismo ad un maggior consumo calorico, basterà allungare il passo e prolungare i tempi. Meglio ancora se diventa una pratica quotidiana.
Potendo camminare in salita si otterrà un maggior lavoro di gambe e glutei: le passeggiate in montagna hanno lo stesso effetto della corsa, con il vantaggio di un impatto dolce sulle articolazioni. Anche le persone sovrappeso potranno svolgere senza pericolo questo tipo di attività.

La tecnica

Il FastWalking potrebbe essere definito come l’evoluzione della camminata, la tecnica esalta il cammino perché ne cancella i difetti: consiste in una camminata più fluida e spedita, in cui svolgono un ruolo fondamentale le braccia, che oscillano ritmicamente. Tale attività si basa sull’esecuzione corretta di tre gesti:

  • il movimento dei piedi, che si deve sviluppare dal tacco alla punta, che rende la camminata più dinamica e vigorosa.

  • la falcata, che prevede un passo ben aperto e disteso e una frequenza superiore.

  • la postura e il movimento delle braccia, che devono oscillare ampiamente con il gomito piegato a circa 90 gradi.

Benefici

Il FastWalking aiuta a combattere le alterazioni dei tassi nel sangue del colesterolo e di altri grassi, l’osteoporosi e l’alta pressione del sangue. Può aiutare a tenere sotto controllo o a ridurre il peso corporeo; è utile per chi abbia il diabete. Mantiene più fluido il sangue, in molti casi aiuta a perdere il vizio del fumo. Sono molti i vantaggi anche dal punto di vista mentale: si scaricano più facilmente le tensioni della vita quotidiana e del lavoro, si riduce la depressione, aumenta la resistenza agli stress.

Tempi e risultati

Come per tutte le attività fisiche, perché il FastWalking dia dei risultati è fondamentale una pratica costante. Il FastWalking è una delle diverse forme di low-intensity training. Perché possa sortire reali effetti benefici sul proprio fisico occorre praticarlo con costanza, almeno 5 volte a settimana e per almeno 80-90 minuti a sessione. Se si pensa di ottenere tangibili risultati praticandolo saltuariamente e con al massimo una mezz’oretta di attività alla volta, si rischia di convincersi di essere attivo e di fare sport, ma i propri indici fisiologici (è sufficiente eseguire un esame del sangue) risulteranno gli stessi di un sedentario.

Da una settimana all’altra si possono poi cambiare i giorni in cui ci si allena, facendo però attenzione a rispettare i carichi di lavoro fissati.
Più si pratica la camminata sportiva, più resistenti si diventa e più benefici si ottengono da questa attività. Gli allenamenti di FastWalking devono essere piacevoli e mai stressanti. Fra i numerosi benefici del FastWalking, apprezzato soprattutto dalle donne, aiuta a dimagrire chi ha qualche chilo di troppo e contribuisce a far mantenere il peso forma a chi non ha problemi con la bilancia. Il tutto senza richiedere sforzi eccessivi.

Cos’è lo SlowRunning o Jogging

Il Jogging (dal verbo inglese to jog, letteralmente «procedere a balzi»), detto anche (in italiano ma non in inglese) Footing, è una forma di corsa a passo lento e piacevole. Lo scopo principale dell'attività è aumentare il benessere fisico di chi la intraprende senza però subire lo stress derivato dalla corsa vera e propria, che è più veloce.

La tecnica

La maggior parte degli esperti concorda, nello stabilire la differenza tra la corsa e il jogging, che chi pratica quest'ultima attività corre ad una velocità inferiore ai 10 km/h. Dunque si potrebbe definire il jogging come una corsa leggera, volta a non affaticare l'organismo di soggetti non professionisti. Come altri tipi di esercizio aerobico il jogging è un modo eccellente di migliorare l'apparato circolatorio, la densità minerale ossea e la resistenza fisica.

Benefici, tempi e risultati

Si può scegliere di fare jogging in pianura, ma per variare lo sforzo fisico sono consigliati dai professionisti almeno 100 m di salita non ripida, grazie alla quale l'organismo cominci ad abituarsi a una fatica maggiore che, di conseguenza, dal medio termine porta benefici non trascurabili: chi segue, infatti, un calendario fisso di jogging (ad esempio, 4-5 sedute a settimana di 40 minuti, che è la media per chi comincia) generalmente nota benefici in un periodo non molto lungo quali il dimagrimento e il rafforzamento fisico, cui a lungo termine si aggiungono il rafforzamento delle ossa, la regolarizzazione del respiro (che diventa più resistente a sottoporsi a periodi di stress: molti cantanti praticano jogging prima dei concerti per questo motivo) e del battito cardiaco. Per queste ragioni i medici consigliano il Jogging sia ai ragazzi più giovani (perché aiuta a consolidare le ossa in fase di ossificazione), sia a persone di mezza età (perché aiuta a prevenire problemi quali l'osteoporosi) e sia agli ultracinquantenni (perché è un coadiuvante nella cura di tali eventuali problemi).

A chi è rivolto il Corso

• ad ogni persona che ha bisogno di mantenere il suo fisico attivo, di combattere la vita sedentaria imposta dal proprio lavoro e di cercare di prevenire le malattie cardiovascolari.
• a chi desidera compensare, con un’attività alla portata dei più, le situazioni quotidiane di stress che possono provocare danni fisici e psicologici.
• a chi è soprappeso: in un’ora di pratica infatti si possono bruciare circa alcune centinaia di calorie (la effettiva quantità dipende da vari fattori); con la corsa se ne possono consumare in maggiori quantità, ma sicuramente in modo più traumatico per le articolazioni e i tendini.
• a coloro che praticano attività aerobiche specifiche, quali ad esempio il trekking, e desiderano mantenersi allenati anche nei periodi in cui si trovano nei loro luoghi di residenza.
• a coloro che, dopo anni di inattività, intendono iniziare la pratica di un’attività come l’escursionismo, l’alpinismo, lo scialpinismo, l’arrampicata sportiva.
• a coloro che devono elevare il loro livello di efficienza fisica.
• a coloro che devono recuperare dopo infortuni muscolari e/o articolari.
• a coloro che hanno piccoli problemi cardiaci.

 
 

Dove e quando si svolge il corso

Le 6 uscite si terranno il sabato pomeriggio in località della prima colina dell’Oltrepo pavese.

Programma e contenuti

Il corso è organizzato da AVM Trekking e sarà tenuto da Piermaria Greppi, Guida Ambientale Escursionistica e Dr. in Scienze Naturali, con quasi 40 anni di esperienza escursionistica e alpinistica, avendo cominciato a salire montagne dall’età di 13 anni, prima come grande passione, poi da professionista.

Il corso ha una durata di un mese e mezzo, con inizio sabato 30 Marzo 2019, per concludersi sabato 11 maggio 2019.

ISCRIZIONE ENTRO IL 17 MARZO 2019

Costi

La quota di adesione al corso è di € 170 a partecipante, da versarsi tramite bonifico (gli estremi bancari verranno comunicati alla richiesta di iscrizione al corso).

La quota comprende: lezioni pratiche in collina; Assicurazione RCT.

NOTA INFORMATIVA

Le uscite del presente corso sono attività outdoor, svolgendosi in ambienti aperti di montagna. Tali attività possono presentare, per loro stessa natura, margini di rischio che non possono essere del tutto eliminati e di cui i corsisti devono essere consapevoli. Per questo è stipulato un contratto assicurativo a favore dei corsisti stessi. Al fine di limitare al massimo le possibilità di infortunio fisico, necessario presentarsi al corso con almeno una forma fisica “base” (è preferibile non essere sedentari assoluti) e non avere gravi problemi di obesità o importanti patologie cardiache, respiratorie o di altro genere tali da rendere pericolosa la pratica di questo Corso.

 

 

Calendario del Corso FW&SR

1 uscita - sabato 30 Marzo 2019, ore 15:00

2 uscita - sabato 06 aprile 2019, ore 15:00

3 uscita - sabato 13 aprile 2019, ore 15:00

4 uscita - sabato 27 aprile 2019, ore 15:00

5 uscita - sabato 04 maggio 2019, ore 15:00

6 uscita - sabato 11 maggio 2019, ore 15:00

ATTENZIONE

Il presente programma, presentato in forma schematica, potrebbe subire variazioni, per quanto riguarda gli orari e le date delle uscite, dovuti alle condizioni meteo o ad altre ragioni organizzative.