trekkingbyamv-01.png
 
perinoghiaccio.jpg

Le Cascate di ghiaccio del Perino

Domenica

20 Gennaio 2019

Il fascino delle cascate ghiacciate del Perino (PC), con Guida Escursionistica

La Valle del Perino, laterale della Val Trebbia, è caratterizzata da un paesaggio che alterna tratti particolarmente dolci e modellati dalle coltivazioni, ad altri più impervi, e offre scenari sempre diversi ed interessanti. Nel suo tratto mediano il Perino mostra la sua connotazione più aspra, poiché il suo percorso, fino a qui lento e tranquillo, si rinserra improvvisamente in una stretta gola. 

È proprio in questo punto che ha inizio la parte più suggestiva della valle, in quanto la roccia, fortemente stratificata, presenta una dozzina di salti, che il torrente supera formando altrettante cascate naturali, la più alta delle quali raggiunge i 17 metri di altezza.

Percorreremo un itinerario che risale questo tratto di vallata con un

susseguirsi di vedute sulle cascate che in inverno si trasformano in meravigliose forme di ghiaccio.

L’acqua continua a scrosciare sotto il ghiaccio e il tutto crea un gioco di colori di impagabile bellezza. Una tappa del percorso è il Mulino di Riè, una caratteristica architettura rurale, che testimonia una delle antiche attività locali: lungo il Perino, infatti, un tempo erano numerosi i mulini, le cui pale erano azionate dallo scorrere dell’acqua incanalata in apposite derivazioni della corrente.

L’escursione parte da Calenzano, frazione di Bettola, posta a  703 metri.


CARATTERISTICHE TECNICHE DEL PERCORSO

Difficoltà: E (Escursionistico).
Tempo di percorrenza: 2 h 30 min (soste escluse)
Dislivello positivo: 200 m
Sviluppo: 5 km

Località di partenza: Loc. Piccoli di Calenzano, parcheggio a lato della chiesa (dove finisce la strada asfaltata), ore 09:45.


LUOGO DI RITROVO

Trasporto pubblico: è possibile raggiungere il punto di ritrovo con treno fino a Stradella e poi a piedi dalla stazione al punto stesso.

Di fronte al negozio di tendaggi Elen Parati, sulla circonvallazione di Stradella, tra l’ingresso autostrada Torino-Piacenza e l’Esselunga, ore 8:00.


ABBIGLIAMENTO E ATTREZZATURA

Necessario abbigliamento da trekking invernale (vestire a strati). Portare il pranzo al sacco e una borraccia. Obbligatorio avere (e usare) i bastoncini da trekking, la guida vi insegnerà ad usarli al meglio per preservare dai guai caviglie, ginocchia e schiena.

Per affrontare l’escursione è necessario godere di buona salute e essere persone che svolgono attività fisica ed escursionistica con regolarità. Sono accettati i cani, ma solo se condotti al guinzaglio, come prevede la legge.

NB: chi non ha mai partecipato alle nostre escursioni, deve cortesemente (e obbligatoriamente) compilare il Questionario Escursionistico al potrà accedere una volta inviata l’iscrizione on line dal nostro sito web, così da permettere alla nostra Guida di valutare se questa escursione è adatta o meno alla persona che vorrebbe parteciparvi.

METEO E CONFERMA

Aggiorneremo gli iscritti entro la mattina del 19 Gennaio, con le ultime previsioni meteo e la conseguente conferma o meno dell’escursione. Non preoccupatevi per il meteo, la guida utilizza gli strumenti necessari per incrociare previsioni di più istituti acquisendo una previsione finale di alta attendibilità, sperimentata in decine e decine di escursioni con ottimi risultati. Quindi, iscrivetevi pure e attendete fiduciosi gli aggiornamenti AVM e non guardate al tempo che farà venerdì, non significa nulla se piove o c’è il sole!

INFORMAZIONI

CARPOOLING

Si raggiunge la località di ritrovo con la propria auto e poi si applica la formula del carpooling, ovvero si riempiono le auto disponibili e si copre la distanza che ci separa dall’inizio escursione, dividendo le spese di viaggio.

Nota sulle spese di viaggio: tutti le persone presenti su un’auto devono pagare la propria quota di viaggio; nel caso in cui i proprietari dell’auto siano una coppia sposata o convivente, la quota di tale coppia vale come singola persona. La guida mette sempre a disposizione la propria auto per trasportare i partecipanti (da 3 a 4 posti); la guida non sostiene le spese di viaggio.

Raggiungere le località di ritrovo con i soldi della quota rigorosamente contati.

QUOTA

Per i soci AVM la partecipazione prevede un contributo minimo di 10 €, per i non soci adulti un contributo minimo di 15 €, per i bimbi sotto i 10 anni un contributo minimo di 5 €. Non sono comprese nella quota le spese di viaggio (carburante e autostrada).

La sola modalità per iscriversi è quella di compilare il form sul nostro sito www.avmtrekking.com, entro il 19 Gennaio 2019.